Stop al calciomercato: i colpi ed i flop delle grandi di serie A

Alle 23.00 è finito ufficilamente il calciomercato invernale con diversi colpi che sono rimasti in canna per via di indecisioni specialemente da parte dei calciatori. E' stato un mercato con pochi soldi ma tanti movimenti anche nelle serie minori. 

L'ultima giornata doveva essere quelle che poteva riaprire la porta allo scambio Vucinic-Guarin ma alla fine tutto è rimasto uguale e gli unici due colpi grossi sono stati quelli di Hernanes all'Inter ed Osvaldo alla Juventus.

Quest'ultima si ritrova con una folta pattuglia di attaccanti (Tevez, Llorente, Quagliarella, Vucinic, Osvaldo e Giovinco) e vedremo come Antonio Conte riuscirà ad acconentarli tutti. Uno di questi faceva veramente comodo all'Inter che con il 'Profeta' arrichisce la zona mediana ma in avanti, compice l'uscita di Belfodil, che alla fine ha accettato il Livorno, resta solo con Milito, Icardi e Palacio con in più dubbi sulle condizioni fisiche dei primi due.

Il Milan voleva chiudere con il colpo Biabiany ma alla fine il Parma non ha ceduto alle condizioni dei rossoneri che lo volevano solo in prestito senza esborso di denaro. La Fiorentina chiude con Diakite' ex Sunderland, Lazio e Pescara e cedendo Iovalenko al Malaga.

Il Napoli nell'ultimo giorno non piazza colpi restando sugli ultimi che sono stati Henrique e Ghoulam.

Voce grossa del Sassuolo che chiude prendendo Cannavaro Paolo dal Napoli che insieme a Zapata, Sarabia, Brighi mentre il Catania chiude con l'arrivo via Sampdoria di Fedato dal Bari.