Serie D: il Ragusa escluso dal campionato di D; secondo caso dopo il Nardò

La serie D esclude dal girone H il Ragusa arrivato alla terza rinuncia e quindi automaticamente fuori dai giochi. Questo è il secondo caso di esclusione societaria dopo il Nardò già escluso durante il girone di andata.

Fra i due casi però il regolamento prevede una differenza di trattamento: mentre l'esclusione del Nardò non ha danneggiato nessuna altra squadra del campionato in quanto tutte le gare disputate fino all'esclusione sono state date per perse per 3-0 per il Ragusa, essendo stato escluso nel girone di ritorno, tutte le gare disputate restano con il punteggio acquisto sul campo mentre d'ora fino al termine della stagione quelle che restano saranno tutte perse per 3-0 a tavolino.

Chi viene penalizzato da tutto ciò?

Sono quattro le squadre che hanno perso punti con il Ragusa; la Battipagliese che ha pareggiato per 2-2 nella prima giornata , il Pomigliano 1-1 alla 9^, il Noto 1-1 alla 16^ ed il Licata che a perso in casa per 1-3.

Tutto ciò potrebbe quindi falsare i verdetti dei girone e se, bisognerebbe rivedere questa regola che provoca diversi trattamenti in caso di esclusioni in diverse fasi del camponato, bisognerebbe rivedere anche i criteri di ammissione al campionato visto che oltre questi due casi ci sono molte altre società in evidenti difficolta tanto da schierare formazioni giovanili per riuscire a terminare la stagione visti i casi eclatanti del Bojano nel girone F che regolarmente rimedia sonore batoste su tutti i campi e del Licata e del Rende nel girone I.