Per ora sembra il mondiale della sfortuna quanti calciatori big assenti in Brasile

Fra pochi giorni prenderà il via il Mondiale brasiliano ma per ora sembra che sia un mondiale stregato per molti calciatori. Prima di tutto sono fuori Ibra, Hamsik, Cech, Bale e Lewandowski per via della mancata qualificazione delle loro nazionali ma poi è davvero lunga la striscia dei guai che hanno colpito diversi big alla vigilia della competizione.

Partiamo da casa nostra dove a Pepito Rossi escluso dai 23 per i postumi del brutto infortunio subito in stagione si è aggiunto Riccardo Montolivo per la frattura della tibia rimediato nell'amichevole di preparazione contro l'Irlanda.

In Francia pochi giorni fa è stato Ribery a dare forfait vittima di una forte lombalgia, negli stessi giorni in Russia Shirokov capitano del team di Fabio Capello ha dovuto alzare bandiera bianca per problemi al ginocchio destro,

 Nessun modiale anche per Radamel Falcao della Columbia che ha cercato inutilmente di recupere la rottura del crociato rimediata agli inizi di gennaio come anche per Walcott dell'Inghilterra con la medesima problematica.

Benkele del Belgio (rottura tendine di achille) e  Tiago Alcantara  della Spagna (lesione ad un tendine del ginocchio destro) sono altri illustri esclusi come all'ultimo è stato per  Marco Reus della Germania che ha rimediato una parziale lesione dei legamenti della caviglia sinistra nell'amichevole pre-mondiale contro l'Armenia.

Oltre a tutti questi non bisogna dimentica anche coloro che andranno in Brasile ma le loro condizioni non saranno sicuramente ottimali: Cristiano Ronaldo (Protogallo) , Luiz Suarez (Uruguay), Diego Costa (Spagna), Rodrigo Palacio (Argentina) e lo juventino Arturo Vidal (Cile) che è partito pur nella fase di recupero per un intervento al ginocchio destro subito il 6 maggio scorso.

Speriamo che la lista si chiuda qui altrimenti potrebbe essere veramente un mondiale stegato che iniziato sotto cattivi auspici per via di una organizzazione precaria rischia di diventare ancor più spuntato.