Milan: ecco come giocherà la squadra di Inzaghi con tre attaccanti

Il ritiro è ormai iniziato da 10 giorni ma il mercato del Milan ancora stenta a decollare visto che il club rossonero ha sempre dichiarato di voler prima vendere e poi comprare per non aggravare il bilancio.

Inzaghi però sembra già avere le idee chiare su come far giocare la squadra e visto che il suo modulo preferito è sempre stato il 4-3-3 con Mario Balotelli al centro insieme a due esterni in grado di spingere con continuità i cui nomi sono uno sicuramente El Shaarawy per il quale ci si attende una stagione di rilancio e Menez con alternative attese dal mercato con i nomi di Lavezzi e Cerci sempre più caldi.

Al centro del campo vista l'indisponibilità fino a novembre di Montolivo il tecnico dovrebbe puntare su Poli, De Jong (sempre che si convinca a restare a Milano) e Muntari o Taarabt che Galliani vorrebbe riportare a Milano dopo la positiva stagione dello scorso anno. Per le alternative due giovani su cui Inzaghi punta molto che sono Saponara e Cristante per i quali ci si aspetta una stagione di consacrazione viste le doti tecniche in loro possesso riconosciute da tutti.

Per il reparto difensivo ci si aspetta il rilancio di De Sciglio da tutti considerato uno dei migliori terzini italiani, la conferma di Abate o l'innesto di Criscito se lo Zenit decidesse di lasciarlo partire, ed al centro la coppia Mexes-Alex con Rami e Bonera pronti agli avvicendamenti.

Intanto Pippo Inzaghi ha promosso dalla primavera anche il suo 'tattico' Nicola Matteucci che avrà il compito di studiare la squadra dalla tribuna con una visuale più ampia per segnalare al tecnico eventuali accorgimenti in corsa.