Le armi in più a disposizione di Allegri con Kakà aspettando Honda

L'arrivo di Ricardo Kakà ha portato sicuramente nuove armi a mister Allegri per disegnare nuovi moduli per il suo Milan. Alcuni giorni fa disse che uno come Kakà potrebbe giocare ovunque ma il suo meglio lo ha sempre dato dietro le punte o da trequartista. Il tecnico livornese lo potrebbe schierare anche come vertice basso del rombo di centrocampo nel ruolo che Ancelotti disegno per ridare linfa a un Pirlo in crisi.

Il 4-3-1-2 sarà il nuovo punto di riferimento. Ricky jolly e come seconda punta (la posizione Resta da definire la posizione del brasiliano e quella, strettamente collegata di Montolivo.

Naturalmente ora i problemi davanti sono per Allegri che dovrà far convivere tanti talenti sapendo bene che in campo si va sempre in undici e bisognerà sempre mantenere un certo equilibrio di squadra.

L'unico con il posto garantito sembrerebbe Ballotelli per il resto della truppa di attacco dei vari Matri, El Shaarawy, Robinho, Pazzini, Niang e Kakà si prospettano sfide per assicurarsi la fiducia del tecnico con sicuramente un vantaggio per Kakà e un certo handicap per Niang che non essendo voluto andare via ed essendo anche fuori lista Champions si prospetta una stagione difficile.

E che sarà a gennaio con l'arrivo di Honda?