La serie B al via: Palermo e Siena in pole ma lo Spezia fa paura

serie BStasera inizia il torneo cadetto 2013-14 rinnovato con la formula dei play off allargati per rendere più avvincente il campionato e dare possibilità a più squadre di lottare per la promozione. Ai nastri di partenza in pole sicuramente Palermo di Gattuso e il Siena di Berretta. Squadre retrocesse ma con grandi ambizioni anche se la squadra toscana ha dovuto penare fino all'ultimo giorno valido per l'iscrizione per garantirsi un posto dopo le vicende legate al disimpegno del maggior azionista e sponsor la MPS.

I toscani inoltre partiranno con 2 punti di penalità (anche il Bari scatterà da -3) ma le qualità dimostrate da una squadra non smantellata anche nel turno di coppa Italia dove ha eliminato il Livorno lasciano presagire che sarà una delle squadre da battere per tutti.

Il Palermo con la grinta del suo condottiero Gennaro Gattuso si appresta a detta di molti ad una cavalcata anche se come, altre nobili hanno sperimentato (vedi Torino), questa categoria è piena di insidie e non sempre la squadra tecnicamente sulla carta più dotata riesce a esprimere quelle qualità necessarie in una stagione così lunga come quella della B.

Subito dietro le due neo-retrocesse sicuramente lo Spezia di mister Stroppa una squadra rinnovata ed allestita dal nuovo DS Giancarlo Romairone con l'obiettivo di centrare i play off e magari anche qualcosina in più anche se come si continua a ripetere nel golfo la scaramanzia è sacrosanta visto cha anche la scorsa stagione si era partiti con molte ambizioni e poi la squadra si salvò solo a 2 giornate dalla fine dopo aver cambiato 3 tecnici.

A Spezia ci si esalta e ci si deprime in poco tempo e così dopo la vittoria di Coppa ai danni dei 'nemici' grifoni e l'accesso al 4 turno si è pasasta una settimana di euforia con presentazione entusiasmante nella splendida cornice di Portovenere e poi di ieri la notizia dell'ultima chicca sul mercato con l'arrivo da Catania di Andrea Catellani di indubbie qualità tecniche artefice la scorsa stagione della promozione in A con il Sassuolo.

Dietro queste 3 stanno un pò tutte le squadre che lo scorso hanno hanno conteso la promozione al Livono ai play off e quinti Novara, Empoli, Varese insieme al Pescara altra neo retrocessa dalla A che però ha allestito una squadra giovane e sicuramente adatta per la categoria. 

Occhio poi alle neopromosse Carpi, Latina e Avellino; queste squadre spesso riescono capitalizzare la spinta agonistica della promozione e metteranno in difficoltà molte delle compagini più quotate.