Il Siena si salva pagando arretrati con un nuovo prestito della MPS

Sul filo di lana il Siena salva la sua precaria situazione e si garantisce l'iscrizione alla serie B per la prossima stagione. Alla fine il presidente Mezzaroma è riuscito ad ottenere un prestito di 10 mln di euro dalla banca che ha permesso di parare tutti debiti verso i calciatori e dipendenti ottenendo le relative liberatorie.

Questa la conclusione di una vicenda che ha lasciato con il fiato sosteso tutta la tifoseria toscana anche perchè fino a pochi giorni fa era di tutt'altro avviso il parere nel managemen della banca.

Ma cosa ha convinto il presidente Profumo ha concedere l'agoniato prestito? Sicuramente il fatto che la Banca sia una dei maggiori creditori della società in virtù di altri prestiti elargiti ha fatto si che è prevalsa la linea di far continuare a 'vivere' la società in modo da poter recuperare questa ingente quantità di denaro che altrimenti sarebbe andata persa nel caso di fallimento con automatico svincolo di tutti i calciatori sotto contratto.

Ora quello che si dovrà vedere se il presidente vorrà costruire una squadra in grado di fare una B disgnitosa o invece prevarrà il fatto di vendere i pezzi migliori per poter almeno in parte ripagare gli sforzi fatti dalla MPS.